Tutto inizia con il primo passo ...

La Via di Gerusalemme è il pellegrinaggio più lungo del mondo e la via internazionale della pace e della cultura!

La Via di Gerusalemme collega religioni e popoli in un unico progetto di pace.

La Via di Gerusalemme significa mutuo riconoscimento e tolleranza.

L'amore, la forza più potente dell'universo, penetra, illumina tutto e costruisce ponti tra tutte le persone!

 

I pellegrini creano apertura agli incontri, smantellano pregiudizi e paure e rafforzano la fiducia - fiducia di base! I presunti confini tra popoli e religioni possono essere colmati da individui con amore e rispetto reciproco.

Decazeville - Conques
19,00 km / ↓ 550 m / ↑ 644 m
Traduci in altre lingue Mostra mappa in modalità schermo intero

descrizione

Oggi stiamo facendo un'escursione nel dipartimento dell'Aveyron. La nostra meta tappa Conques non è nella valle del Lot, ma nella valle dell'affluente meridionale del Lot «Le Dourdou». Poiché non stiamo camminando lungo il Lot, ma sulle colline, arriviamo a Conques su un percorso abbastanza diretto. Da Decazeville il sentiero sale dolcemente fino in cima, i tratti più ripidi non ci aspettano fino alla fine della tappa. A Noailhac ci imbattiamo in una cappella di San Rocco, un santo che gode di una notevole reputazione in questa zona e il cui nome è quindi spesso incontrato. Successivamente, sulle alture della valle del torrente Le Dourdou, incontriamo la cappella Sainte-Foy, che, come la chiesa di Conques, è dedicata al martire Foy. Poi arriva la discesa al ruscello «Le Dourdou», che attraversiamo su un ponte del XV secolo. Infine, la salita finale a Conque, dove incontriamo un'altra cappella Saint-Roch. La città scenica di Conques è anche conosciuta come la “perla sulla strada da Sanriago a Le Puy-En-Velay, e condivideremo sicuramente questa valutazione. Il ben conservato monastero benedettino fu costruito qui nel IX secolo ed è ora utilizzato come alloggio di pellegrinaggio. Il Ste. Foy è particolarmente noto per il timpano sul portale ovest, capolavoro della scultura romanica.


immagini

Fatti e cifre

Distanza: 19,00 km
Dislivello: 428 m
Punto più alto: 635 m
Punto più basso: 207 m
Ascesa totale: 644 m
Discesa totale: 550 m